Milano Fair City

img
illustrazione prova

Illustrazione di Francesco Poroli

Milano Fair City è la Fiera Mondiale del Commercio Equo e Solidale. È organizzata da WFTO e AGICES-Equo Garantito. Si svolge a Milano, alla Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4, da giovedì 28 a domenica 31 maggio. L’ingresso è gratuito.

Orari
Milano Fair City è aperta ai visitatori con i seguenti orari:
Giovedì 28 maggio, h. 12-18 per B2B, h. 18-21 per il pubblico
Venerdì 29 maggio, h. 9-21
Sabato 30 maggio, h. 9-23
Domenica 31 maggio, h. 10-19

Visita Milano Fair City
A Milano Fair City parteciperanno oltre 180 espositori: produttori, associazioni e importatori di Commercio Equo e Solidale da tutto il mondo e dall’Italia, realtà di economia solidale, agricoltura biologica, turismo responsabile, finanza etica, energie da fonti rinnovabili e molte altre, associazioni culturali che promuovono i valori della sostenibilità e del rispetto dei diritti e dell’ambiente, oltre a istituzioni, enti e fondazioni.

Che cosa fare a MFC
Partecipa a uno dei 50 eventi del programma di Milano Fair City: incontri con personalità di alto livello, workshop, degustazioni e molto altro. Scopri tutto il programma della World Fair Trade Week

Location
La Fabbrica del Vapore è una storica fabbrica di ferrovie e tramvie, ristrutturata dal Comune di Milano. La sua “Cattedrale” è un maestoso spazio polifunzionale, affiancato da altri spazi più piccoli e da ampie aree all’aperto. Per raggiungere Milano Fair City vedi la mappa a fianco.
www.fabbricadelvapore.org

Dove mangiare
All’interno della fiera saranno sempre attivi diversi punti ristoro e un bar, forniti di prodotti equosolidali e biologici, oltre a bancarelle di street food. Si consigliano anche i locali che aderiscono al progetto Milano Fair Cuisine

La World Fair Trade Week
Milano dal 23 al 31 maggio sarà la Capitale Mondiale del Fair Trade. Ecco i principali eventi:
• la Conferenza e l’Assemblea Generale di WFTO, 24-27 maggio, all’Hotel Klima
• il Fair Trade Symposium, 29-31 maggio presso il Politecnico di Milano Bovisa.
• Fair Cooking e Fair Trade Fashion Show, sfilata di modelli “fair” da tutto il mondo
• l’assemblea di AGICES, rappresentanza del commercio equo in Italia, all’Hotel Klima
Per tutte le informazioni guarda il sito www.fairtradeweek2015.org

Dove dormire. Gli ostelli e le altre sistemazioni a Milano
L’Ostello della Gioventù Piero Rotta (in via pedonale Martino Bassi 2, www.hostelmilan.org) è la struttura milanese di Aig Associazione italiana alberghi per la gioventù (www.aighostels.it), sezione italiana del movimento Hostelling International (www.hihostels.com). Costruito negli anni 60 in zona Lotto, è stato di recente ristrutturato e dotato di impianti e forniture a basso consumo energetico e servizi come car sharing e parcheggio biciclette. Mette a disposizione 240 posti letto. Per essere ospitati nell’ostello è necessario essere soci di AIG o di HI. L’ostello fa parte della rete Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta) delle strutture attrezzate per l’ospitalità ai cicloturisti (vedi a pagina 117).

Uno spazio di aggregazione, oltre il semplice soggiorno:  l’Ostello Bello (in via Medici 4, tel. 0236582720, www.ostellobello.com), aperto nel 2011 in pieno centro, è dotato di 60 posti letto ed è diventato rapidamente uno dei luoghi più frequentati dai giovani della città, grazie alla varietà di servizi, agli eventi organizzati ogni settimana e all’accessibilità. Sono a disposizione dei visitatori, oltre a camere e camerate dotate di aria condizionata e wi-fi, libreria, cineforum, musica dal vivo, corsi di cucina, conferenze: ma soprattutto un clima “europeo”, allegro e moderno.

“Non essere inospitale con gli stranieri, potrebbero essere angeli mascherati”. È questa frase di William Shakespeare ad accogliere gli ospiti del  Gogol’Ostello che – fin dal nome – rivela il proprio animo letterario e la passione per la letteratura della titolare Asli Haddas. La struttura offre sette camere con bagno (da 2, 4 e 6 posti letto) ciascuna di colore diverso dotate di wi-fi gratuito. Ad arricchire il tutto un caffè culturale dotato di poltrone, tavolini e librerie ben rifornite da cui attingere liberamente e diversi eventi culturali: serate musicali, presentazioni di libri, dibattiti, mostre fotografiche. In via Chieti 1, tel. 0236755522, www.gogolostello.it

Un ostello immerso nel verde a pochi minuti dal centro di Milano. All’interno dell’ampio parco dell’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini c’è  OstellOlinda (in via Ippocrate 45, zona Affori) che offre camere per tutte le tasche: stanza singola da 30 euro a notte, camerata da 19 euro a notte. Fornelli, forno, frigorifero, bollitore, forno microonde, tostapane e tutto il necessario per cucinare un buon pasto da consumare in compagnia nell’ampia sala da pranzo. Se invece non avete voglia di cucinare potete gustare gli ottimi piatti del ristorante Jodok. Per raggiungere il centro di Milano è sufficiente arrivare alla vicina fermata della metropolitana MM3 Affori FS, www.olinda.org

Girasole, rosmarino, lavanda e non-ti-scordar-di-me sono alcuni nomi delle stanze  dell’Ostello e b’n’b Via Padova 165. Inaugurato nell’autunno 2013, offre poco meno di una trentina di posti letto tra camere private e camerate. In via Padova 165, tel. 3270631495, www.viapadova165.it
Lo  Zebra Hostel (in viale Regina Margherita 9), tel 0236705185 è un vero “gioco da ragazzi”: prezzi bassi e servizi semplici, www.zebrahostel.it

Fuori Milano – ma a portata di treno – segnaliamo la Cooperativa Sociale Meta, operativa soprattutto nelle province di Monza e Varese, dove gestisce due ostelli rivolti in particolare a giovani, studenti, lavoratori e disabili, anche con finalità di housing sociale. L’Ostello Cascina Alta (www.metacoop.org) è ricavato da una cascina ottocentesca nel Parco di Monza con noleggio di biciclette per cicloturismo nel Parco e attività quali workshop artistici, animazione e laboratori di educazione ambientale per bambini, che includono il lavoro nell’orto della cascina e l’onoterapia. L’Ostello di via Sampietro 22 a Saronno (www.ostellosaronno.it) offre anche la possibilità di “soggiorno lungo” per studenti e per lavoratori.

La Cordata (www.lacordata.it) è un’impresa sociale il cui fiore all’occhiello sono le strutture ricettive:  l’Ostello Burigozzo 11 (in via Burigozzo 11, www.ostelloburigozzo11.com), a metà strada tra il Duomo e i Navigli offre stanze semplici, pulite e accessibili a tutte le tasche. Chi vuole risparmiare può scegliere una delle cinque camerate (da tre fino a 16 posti letto) tutte dotate di armadietto personale richiudibile con lucchetto, wi-fi gratuito e possibilità di accedere alla cucina attrezzata e alle aree comuni. Il bagno è comune. Prezzo a partire da 21 euro a persona a notte (variabile secondo la stagionalità). Chi invece non ama viaggiare in maniera troppo spartana può optare per le camere private (singole, doppie, matrimoniale, tripla e quadrupla) tutte con bagno in camera, tv, lenzuola e biancheria. Singole a partire da 50 euro. Matrimoniali da 70 euro. In via Burigozzo 11, tel. 0258314675.
Zumbini rooms è invece la struttura ideale per studenti che devono affrontare una sessione d’esame, docenti universitari in trasferta o chiunque abbia bisogno di fermarsi per almeno una settimana a Milano. La struttura offre 50 camere (dalle singole alle “family”) ampie e luminose, tutte dotate di bagno privato con doccia, collegamento internet e tv a prezzi accessibili. Ma soprattutto una serie di servizi per rendere più confortevole il soggiorno: dal parcheggio gratuito per chi si sposta in auto alla lavanderia a gettoni (utilissima per affrontare al meglio i lunghi soggiorni). Giardino, bar, ristorante, cucina, sala Tv, sala colazione, auditorium e biblioteca arricchiscono l’offerta di questo affollato residence nel quartiere Barona. Prezzi: formula residence, da 420 euro per camera doppia per una settimana. In via Zumbini 6, tel. 0236556604, www.hotelresidencezumbini6.com.
Oltre a queste due strutture – a vocazione maggiormente turistica – La Cordata gestisce anche il Residence Brodolini 24 (a Cinisello Balsamo) e il  Residence San Vittore 49 (in via San Vittore 49), un pensionato polifunzionale rivolto a studenti universitari, neolaureati in cerca di occupazione e giovani lavoratori e che può accogliere 18 persone. (www.residencesanvittore49.com). Senza scordare il Condominio Sociale Integrato Casa Alla Fontana (in piazza S.Maria alla Fontana), che vede una realtà mista di famiglie e disabili fisici e psichici.

Ciclo-accoglienza
Il cicloturismo è tra le forme di turismo innovativo. Uno dei suoi punti di forza è la possibilità di adattarsi a tutti i tipi di paesaggio, a zone pianeggianti e ricche d’acqua (come nel caso del territorio milanese) quanto a percorsi più impegnativi, come le vaste aree collinari o montuose distribuite su tutto il territorio lombardo. In secondo luogo, il cicloturismo può entrare in relazione con le strutture localizzate presenti in borghi storici, piccole frazioni di montagna o di campagna (locande, b&b, piccole pensioni) o alberghi diffusi, offerta studiata per distribuire l’ospitalità tra le abitazioni dei borghi, difenderli dallo spopolamento, aumentarne la visibilità turistica e dare la possibilità di visitarli senza essere vincolati all’utilizzo esclusivo di mezzi a motore come auto, moto o camper.

La Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta) promuove questa attività di connessione tra cicloturismo e ospitalità in case, alberghi, ostelli e b&b attraverso il servizio Albergabici® e il sito web collegato www.albergabici.it. Il servizio raccoglie in una rete informativa, organizzativa e promozionale le strutture turistiche già attrezzate (o che intendono diventarlo) per ospitare cicloturisti: FIAB assegna a queste strutture il marchio di qualità “Amico della bicicletta” e ha inoltre pubblicato una lista dei servizi che la struttura deve mettere a disposizione del cicloturista: ospitalità e menù adeguati per le esigenze dei viaggiatori, presenza di ripari e di officine per la bicicletta, fornitura di mappe, un servizio di assistenza e recupero per ciclisti in difficoltà. A Milano e nell’hinterland sono attualmente 14 le strutture riconosciute con il marchio “Amico della bicicletta”.

Tra queste segnaliamo a Milano città il  B&B MilanoDuomo (in via Torino 46, zona Duomo), e  l’Hotel Monopole (in via Fabio Filzi 43, zona Stazione Centrale, www.hotelmonopole.com). Fuori città, il Safran B&B di Corbetta (in via Diaz 14, www.safran.it), nelle vicinanze del Parco Ticino e del Parco Agricolo Sud Milano, che include tra i servizi il noleggio biciclette e una zona lavaggio del mezzo, e il B&B Legnano (in via Verga 53, Legnano, http://beblegnano.blogspot.it), che offre colazione rinforzata per ciclisti, trasporto dei bagagli alla tappa successiva (su richiesta), e sempre su richiesta la possibilità di organizzare escursioni in bici o kayak sul Lago Maggiore.

Dormire in cascina
L’agriturismo è una formula di ospitalità inaspettata ma radicata nel territorio di Milano. L’offerta agrituristica milanese – che in alcuni casi recupera e valorizza cascine storiche o edifici d’epoca privati – è concentrata soprattutto nella cintura del Parco Agricolo Sud e degli altri parchi confinanti con Milano.
Fa eccezione la Cascina Battivacco (in via Bardolino 4, www.cascinabattivacco.it) nel quartiere popolare Barona, non lontano dai Navigli: nella struttura, che comprende già la fattorie didattica e un centro equestre, sono in corso lavori di adattamento che permetteranno a inizio 2014 di aprire un nuovo b&b e agriturismo.
A San Giuliano Milanese ricordiamo la Cascina Santa Brera con 40 posti letto. Vendita diretta di prodotti da agricoltura biologica, corsi di permacultura, autoproduzione di creme e saponi, panificazione (tel. 3482627530, www.cascinasantabrera.it).
Nel Parco Nord, l’Agriturismo Ranza (in via Finanzieri d’Italia 14, www.agriturismoranza.net) è ristorante, punto vendita e fattoria didattica al confine con Bresso. A Ovest di Milano, nella zona che comprende i parchi del Ticino e del Roccolo e l’Oasi di Vanzago, segnaliamo l’Agriturismo Cascina Madonnina, nell’abitato di Pregnana Milanese (in via Arluno 17, www.cascinamadonnina.com): l’azienda agricola collegata è dotata di uno spaccio interno e di spazi per oche e anatre. Cascina Selva (a Ozzero, www.cascinaselva.it) è invece un agriturismo e una fattoria didattica nelle vicinanze dell’Abbazia di Morimondo e mette a disposizione camere con bagno interno o comune, un ristorante aperto anche nella pausa pranzo e un caseificio che produce formaggi certificati con il marchio Parco del Ticino Produzione Controllata. Cascina Bullona (in strada Valle 32, Pontevecchio di Magenta, www.agriturismobullona.it) nel Parco del Ticino è agriturismo e fattoria didattica dotato di camere, sala di lettura, orti a coltivazione con metodo integrato, scuderia, laboratori di produzione del miele. Lo spaccio vende riso, salumi, mostarda, uova e carne di manzo a marchio Parco del Ticino.
Tra gli agriturismi interni al Parco Agricolo Sud segnaliamo invece l’Agriturismo Cascina di Mezzo (Liscate): nato alla fine degli anni 80 è tra gli spazi più attenti alla memoria storica dell’agricoltura milanese. Gli ambienti della Cascina sono stati adattati per ospitare un ristorante e tre appartamenti singoli.